Dirpubblica

Ti piace l'operato di Dirpubblica e ne condividi obiettivi e valori? Sostienici con una donazione libera
con bonifico bancario IBAN IT22O0832703210000000006494 o carta di credito - PAYPAL

Data  08/08/2015 00.32.04 | Sezione Entrate Entrate

Denunciati alla Corte dei Conti i Direttori pro-tempore e i Componenti del Comitato di Gestione


Il Comitato di Gestione dopo la denuncia alla Corte dei Conti
Il Comitato di Gestione dopo la denuncia alla Corte dei Conti

AGENZIA DELLE ENTRATE - € 49.861.391,00 è il danno all’Erario, quantificato da Dirpubblica, dalla mancata attuazione della Spending Review.



Il Segretario Generale della Federazione DIRPUBBLICA, Giancarlo Barra, per il tramite dell’avv. Carmine Medici difensore del Sindacato, il 5 agosto 2015 ha presentato alla Procura Regionale del Lazio della Corte dei Conti, una denuncia a carico dei Direttori e dei Componenti del Comitato di Gestione  – pro tempore dal 2012 ad oggi – dell’Agenzia delle Entrate di danno erariale e di accertamento della responsabilità amministrativa, derivanti dalla mancata attuazione delle disposizioni in materia di riduzione della spesa pubblica corrente, ordinaria, connessa agli assetti organizzativi ed alla dotazione organica dirigenziale (art. 23-quinquies, comma 1, lett. a), n.2 e comma 2 del D.L. 06/07/2012, n. 95, convertito con modificazioni dalla L. 7 agosto 2012, n. 135) nonché dal conferimento di incarichi dirigenziali a favore di funzionari privi della qualifica dirigenziale ai sensi dell’articolo 8, comma 24, del D.L. 2 marzo 2012, n. 16, convertito con modificazioni dalla L. 26 aprile 2012, n. 44.

La Federazione DIRPUBBLICA si è vista costretta a presentare la suddetta denuncia per danno erariale dopo che sono state trascurate ben tre diffide (05/03/2013, 31/12/2013 e 16/04/2015) ad adempiere a quelle stesse leggi che l’Agenzia delle Entrate aveva ottenuto dal Governo Monti a proprio favore, ma che comunque prescrivevano la riduzione degli uffici dirigenziali, la conseguente conversione degli uffici declassati in Posizioni Organizzative Speciali e il bando di concorsi per la copertura di posizioni dirigenziali vacanti, che si sarebbero dovuti concludere entro il 31/12/2013; ovviamente DIRPUBBLICA pretendeva anche il blocco (né nuovi conferimenti, né rinnovi di quelli già conferiti) degli incarichi dirigenziali senza concorso.

La vicenda s’innesta, quindi, nella succitata e ben nota questione degli incarichi dirigenziali già dichiarati nulli il 01/08/2011, dal Tar Lazio, Sezione II, con Sentenza 6884 e coinvolti dalla altrettanto nota Sentenza della Corte Costituzionale n. 37 del 17/03/2015 che ha dichiarato costituzionalmente illegittime le norme di copertura degli incarichi dirigenziali nulli (Governi Monti, Letta e Renzi).

La Federazione DIRPUBBLICA si è costituita come parte attiva del procedimento avendo chiesto di partecipare alla conduzione dell’istruttoria e di essere, in ogni caso, informata sugli sviluppi della propria denuncia “ … anche in considerazione dei rilevanti interessi pubblici e collettivi compromessi dai denunciati comportamenti antigiuridici, riservandosi di proporre intervento nel giudizio di responsabilità”.

Roma, 7 agosto 2015                                                                                                                   L’Ufficio Stampa

Allegati:

Download   20150807_Comunicato_Stampa.pdf
(Comunicato Stampa del 07/08/2015. - 551,6Kb)


Tags 05/08/2015, Denuncia, Procura Regionale Lazio della Corte dei Conti, Spending Review, incarichi dirigenziali