Dirpubblica

Ti piace l'operato di Dirpubblica e ne condividi obiettivi e valori? Sostienici con una donazione libera
con bonifico bancario IBAN IT22O0832703210000000006494 o carta di credito - PAYPAL

Data  22/10/2015 01:24:04 | Sezione Varie Varie

"Valutazione dei dipendenti pubblici? (Noi) Facciamo sul serio!". Convocata una Conferenza Stampa.


Albergo del Senato al Pantheon.
Albergo del Senato al Pantheon.
Martedì 27/10/15, a Roma, alle 11.30, presso l'Albergo del Senato, Piazza della Rotonda 73 (Pantheon), DIRPUBBLICA terrà una conferenza Stampa sui contenuti e sviluppi della sentenza 4713/2015 del Consiglio di Stato, con la quale è stato paralizzato il sistema illegale di valutazione del Personale, adottato sia dal MEF, sia dalle Agenzie fiscali.

Il 12° punto del programma di Renzi sul pubblico impiego (fra i 44 presentati il 30 aprile 2014) riguarda la valutazione, che il neo Presidente del Consiglio si era impegnato a “fare sul serio”. DIRPUBBLICA, però, a distanza di più di un anno dalla pronuncia di tali pie intenzioni, ha provato che nel Ministero dell'Economia e nelle Agenzie Fiscali sono stati adottati sistemi di valutazione faziosi, arbitrari e contrari alla legge. Questo, infatti, è il contenuto della recente sentenza del Consiglio di Stato 4713 del 13 ottobre 2015 con la quale, accogliendo l’appello della DIRPUBBLICA, il supremo Giudice amministrativo (fra l’altro) ha ordinato ai suddetti Enti di adeguarsi, entro 180 giorni, ai contenuti del D.Lgs 27/10/2009, n. 150 riguardante la produttività, l’efficienza, la trasparenza … bla, bla, bla … della P.A. (la cosiddetta “Brunetta”); pena la nomina di un Commissario ad Acta. Fatto sta che in tali condizioni le Amministrazioni non possono eseguire valutazioni, non possono assumere, non possono elargire al proprio Personale parti consistenti della retribuzione, realizzando così danni economici e sociali senza pari.

Il fenomeno, però, che non riguarda soltanto il pianeta MEF, si manifesta subito dopo la conclusione dell’iter giudiziario (Tar, Consiglio di Stato e Corte Costituzionale) che ha comportato il riconoscimento della nullità di circa 1.200 incarichi dirigenziali nelle Agenzie delle Entrate e delle Dogane.
Da notare che in entrambe le vicende i Giudici Amministrativi non hanno risparmiato, ai Vertici ministeriali e ai Capi delle Agenzie, considerazioni pesantissime e inusitate sulla gestione del Personale, la cui veemenza non è riscontrabile neppure in certe motivazioni dei Giudici monocratici destinate a provocare il commissariamento di Comuni sospettati d’infiltrazione mafiosa.

Ma di fronte a tutta questa situazione cosa fa la politica? Be’ … noi diremo cosa è disposta a fare DIRPUBBLICA!
 




Tags 22/10/2015, Conferenza stampa, Albergo del Senato, Pantheon. 27/10/2015, valutazione, Sentenza CdS 4713.