Dirpubblica

Ti piace l'operato di Dirpubblica e ne condividi obiettivi e valori? Sostienici con una donazione libera
con bonifico bancario IBAN IT22O0832703210000000006494 o carta di credito - PAYPAL

Data  17/06/2016 19.18.27 | Sezione Varie Varie

La corruzione è radicata nell’illegalità delle amministrazioni.



Questo è il concetto emerso durante la “Cena degli Arrabbiati” di ieri 16 giugno 2016, in Trastevere, presso la “Trattoria LA VILLETTA” dove circa 40 persone, di diverse estrazioni e provenienza hanno discusso di P.A. fra “rigatoni cacio e pepe”, “penne all’arrabbiata” e vino dei Castelli.



Dopo l’appello del Segretario Generale della DIRPUBBLICA, Giancarlo Barra, all’eligendo Sindaco di Roma di valorizzare le “Donne e Uomini onesti che lavorano in Campidoglio” al fine di vincere tutte le sfide che attendono la nuova Giunta di ROMA CAPITALE, i Colleghi della Giustizia, del Mef, del Parastato e Casse di Previdenza, delle Agenzie Fiscali, della Scuola e dell’Università, unitamente a docenti universitari, avvocati, giornalisti (finanche un corrispondente della Stampa estera) e ad una rappresentanza dei vincitori e idonei di concorsi pubblici, provenienti non solo da Roma, ma anche da Palermo, da Bari, da Napoli e Caserta e da Viterbo, hanno aperto un dibattito “a tutto campo” sulla P.A italiana attirando l’attenzione anche degli altri avventori del locale.

Ogni argomento trattato, comunque, ha condotto sempre allo stesso risultato; se un’Amministrazione viola costantemente le leggi dello Stato o peggio le elude con vari artifizi, suffragata da un legislatore che le corre dietro per mantenerne l’assetto, magari protetta da un Tribunale …. (per rimanere in ambiente) da Marchese del Grillo, questa è il miglior vivaio della corruzione e dello fannullonismo.

In tali circostanze, perseguire (ad esempio) i furbetti del cartellino è come “un’opera buffa”, dato che in quella medesima Amministrazione si consumano violazioni ben più gravi … ammantate di falsa legalità, di falso rigore e di falsa autorità. In tali condizioni il comportamento erariale assume il ruolo di alibi per il corrotto e lo sfaccendato.

È pur vero che “in vino veritas”, ma pepe e peperoncino sono una micidiale mistura!

Allegati:

Download   lettera_aperta.pdf
(La lettera aperta ai candidati a Sindaco di Roma - 461,5Kb)
Download   tempo_corriere_sport.pdf
(La lettera aperta ai candidati a Sindaco di Roma Tempo e Corriere - 135,3Kb)

Gallery


La locandina degli arrabbiati

Tags La Villetta, Arrabbiati, Sindaco, Roma, P.A., corruzione, fannulloni