Dirpubblica

Ti piace l'operato di Dirpubblica e ne condividi obiettivi e valori? Sostienici con una donazione libera
con bonifico bancario IBAN IT22O0832703210000000006494 o carta di credito - PAYPAL

Data  22/02/2017 00:30:41 | Sezione Varie Varie

Impugnate le nuove procedure (POS e POT) nelle Entrate e nelle Dogane.


Udite ... Udite!
Udite ... Udite!
Non ha sosta l'attività contenziosa di DIRPUBBLICA; ora servono nuovi finanziamenti.

Con atti notificati in data 20 febbraio u.s., la Dirpubblica ha impugnato:

  1. le nuove procedure avviate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per l’attribuzione di deleghe e posizioni organizzative temporanee ai sensi dell’art. 4-bis del D.L. n. 78 del 2015 (c.d. POT) nonché gli atti con il quali è stata disposta la conferma degli analoghi incarichi già conferiti ai sensi dell’art. 1-bis del D.L. n. 193 del 2016;
  2. le nuove procedure avviate dall’Agenzia delle Entrate per conferimento di posizioni organizzative speciali (c.d. POS) ai sensi dell’art. 23-quinquies del D.L. n. 95 del 2012, afferenti, in particolare, alla Direzione Centrale Audit ed alle posizioni di Capo Area Ufficio Controlli.

I primi costituiscono incarichi dirigenziali dissimulati attraverso deleghe speciali di funzioni dirigenziali, alle quali si accompagna un trattamento retributivo simile a quello corrisposto per gli incarichi dirigenziali veri e propri; i secondi, pur riguardando posizioni di livello non dirigenziale (derivanti, però, dalla riclassificazione di uffici in precedenza di livello dirigenziale), sono retribuiti alla stessa maniera dei primi.

Si tratta, in entrambi i casi, di strumenti organizzativi chiaramente elusivi della sentenza della Corte costituzionale del 17 marzo 2015, n. 37, poiché finalizzati a perseverare in altre forme e modelli di conduzione degli uffici pubblici la cui copertura prescinde del tutto dal superamento di concorsi pubblici indetti in modo legittimo e condotti in maniera trasparente. 




Tags Entrate, Dogane, POT, POS, 37