Dirpubblica

Ti piace l'operato di Dirpubblica e ne condividi obiettivi e valori? Sostienici con una donazione libera
con bonifico bancario IBAN IT22O0832703210000000006494 o carta di credito - PAYPAL

Data  15/06/2017 23:50:59 | Sezione Lavoro Lavoro

INL? Non molleremo!


DIRPUBBLICA mantiene accesa la luce della Repubblica.
DIRPUBBLICA mantiene accesa la luce della Repubblica.
Abbiamo aperto un varco fra le illegittimitĂ  consumate dal Ministero del Lavoro e quelle "in godimento" dall'Ispettorato Nazionale del Lavoro" (ILN).

Abbiamo presentato l'istanza di sospensiva sui motivi aggiunti con i quali erano già stati impugnati gli atti del nuovo Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) relativi al conferimento a funzionari interni di incarichi dirigenziali destinati a professionalità esterne, forzando l'art. 19, co. 6, del D.Lgs. n. 165 del 2001.


Come si ricorderà, con ordinanza del 15 marzo 2017, n. 1228, il T.A.R. Lazio - Roma, in accoglimento dell'istanza cautelare proposta da Dirpubblica e da alcuni suoi iscritti, aveva ordinato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di effettuare una rivalutazione globale del procedimento di conferimento degli incarichi dirigenziali.

Considerato che, a seguito del D.M. 28 dicembre 2016, reg.to alla Corte dei Conti il 10 marzo 2017, foglio 236, è divenuto operativo l'Ispettorato Nazionale del Lavoro, e che, quindi, sono cessati gli incarichi dirigenziali che erano stati già stati conferiti dal Ministero del Lavoro, quest'ultimo, alla Camera di Consiglio del 15 maggio 2017, ha rinunciato all'appello cautelare nel frattempo proposto, non essendo più eseguibile, per i fatti sopravvenuti, l'ordinanza cautelare di primo grado.

Nel frattempo, nell'ambito del giudizio di primo grado, sono stati impugnati, mediante motivi aggiunti, anche lo stesso tipo di incarichi dirigenziali pervicacemente conferiti dall'Ispettorato Nazionale del Lavoro, deducendone l'illegittimita' per le stesse ragioni per le quali era già stata accolta l'istanza cautelare con ordinanza del 15 marzo 2017, n. 1228.

L'udienza di merito, già fissata dinanzi al T.A.R. Lazio per il giorno 16/5/2017, è stata poi rinviata al 7 novembre 2017.

Con atto notificato oggi, l'avv. Carmine Medici, difensore dei ricorrenti, ha proposto istanza di sospensiva relativamente agli atti impugnati con ricorso per motivi aggiunti, al fine di estendere all'Ispettorato Nazionale del Lavoro gli effetti della richiamata ordinanza del 15 marzo 2017, n. 1228.

Seguiranno aggiornamenti.




Tags INL, Ispettorato Nazionale del Lavoro, Ministero, dirigenti, dirigenza