Dirpubblica

Ti piace l'operato di Dirpubblica e ne condividi obiettivi e valori? Sostienici con una donazione libera
con bonifico bancario IBAN IT22O0832703210000000006494 o carta di credito - PAYPAL

Data  29/07/2017 01:22:12 | Sezione Entrate Entrate

Un contrasto importante al tentativo di modificare l'assetto costituzionale della P.A.


Libertà va cercando, che è si cara, come sa chi per lei vita rifiuta.
Libertà va cercando, che è si cara, come sa chi per lei vita rifiuta.
Il Consiglio di Stato, Sezione IV, con Ordinanza 3213 pubblicata il 28 luglio 2017, ha accolto l’appello di DIRPUBBLICA contro l’Ordinanza cautelare del TAR-Lazio, Sezione I, n. 3138, pubblicata il 22 giugno 2017, “nel senso di disporre che il T.a.r. fissi l’udienza pubblica di discussione con priorità"! Pubblichiamo gli atti!

In merito alla questione della trasformazione di Equitalia Spa in Agenzia delle Entrate-Riscossione (Epe), contestata dalla Federazione DIRPUBBLICA e da APPLET, Il Consiglio di Stato, Sezione IV, con Ordinanza 3213 pubblicata il 28 luglio 2017, ha accolto l’appello di DIRPUBBLICA contro l’Ordinanza cautelare del TAR-Lazio, Sezione I, n. 3138, pubblicata il 22 giugno 2017, “nel senso di disporre che il T.a.r. fissi l’udienza pubblica di discussione con priorità”. Si sono costituiti contro DIRPUBBLICA:

1.       la Presidenza del Consiglio dei Ministri;

2.       il Ministero dell'Economia e delle Finanze;

3.       l’Agenzia delle Entrate;

4.       l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale;

5.       Equitalia s.p.a.;

6.       Equitalia Servizi di Riscossione s.p.a.:

7.       L’avv. Ernesto Maria Rufini quale amministratore delegato di Equitalia s.p.a. e quale commissario straordinario nominato con d.P.C.M. 16/2/2017;

8.       U.I.L. Credito Esattorie e Assicurazioni;

9.       la Federazione Italiana Sindacale Assicurazioni Credito;

10.   la Federazione Autonoma Bancari Italiani;

11.   la Federazione Italiana Reti dei Servizi del Terziario;

12.   la sig.ra Giovanna Ricci;

13.   la sig.ra Anna Maria Landoni;

14.   la sig.ra Emma Marra e

15.   il sig. Silvano Righi.

In buona sostanza, il Consiglio di Stato, ha ritenuto (sebbene in sede cautelare e sommariamente) che le doglianze di DIRPUBBLICA (in specie quelle di carattere costituzionale) siano degne di un possibile accoglimento e pertanto, “tenuto conto dell’evidente rilievo pubblico della controversia, che investe l’esercizio di una funzionale essenziale per lo Stato”, ha invitato il TAR a convocare il Collegio per discutere la causa in pubblica udienza e nel più breve tempo possibile [“con carattere di priorità”]. Nel far questo il Consiglio di Stato ha rimarcato gli elementi salienti della causa:

a)       le eccezioni di rito sollevate;

b)      i motivi aggiunti (avverso lo Statuto e il Regolamento di AGR) depositati da Dirpubblica in primo grado;

c)       le questioni di legittimità costituzionale proposte sotto diversi profili;

d)      le sentenze della Corte Costituzionale nn. 37 del 17/03/2015 e 248 del 25/11/248.

 

È, questo, un contrasto importante all’ennesimo tentativo di modificare l’assetto costituzionale della P.A., aprendo la porta ad ogni tipo di disordine e sottrazione di democrazia. Tale manovra, se non bloccata nel nascere, si realizza proprio forzando le regole di approvvigionamento dei dirigenti. È quanto accaduto nelle Agenzie fiscali attraverso 1.200 nomine dirigenziali illegittime; è quanto accade ancora nelle altre Amministrazioni dello Stato attraverso l’assegnazione a funzionari dello Stato di incarichi dirigenziali destinati a professionalità esterne e non rinvenibili all’interno (abuso dell’articolo 19, comma 6 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165). Il primo effetto evidente è stata la corruzione, ma non se ne possono escludere altri, meno visibili, ma più insidiosi come l’eversione. Con la metamorfosi di Equitalia si tenta ora una violazione di massa delle regole costituzionali, attraverso l’immissione ope legis di circa 8.000 Lavoratori privati (con contratto bancario) nei ruoli pubblici.

Trattandosi, in quest’ultimo caso, di “una funzionale essenziale per lo Stato”, la posta in gioco è elevatissima!


Allegati:

Download   20170728_da_CdS_3213.pdf
(Ordinanza 3213 del 28/07/2017 del Consiglio di Stato. - 131,8Kb)


Tags Equitalia, CdS, Consiglio di Stato, Ordinanza 3213, Ruffini, Entrate, dirigenti, dirigenza.