Dirpubblica

Ti piace l'operato di Dirpubblica e ne condividi obiettivi e valori? Sostienici con una donazione libera
con bonifico bancario IBAN IT22O0832703210000000006494 o carta di credito - PAYPAL

Data  01/04/2018 01.34.19 | Sezione Varie Varie

Gli auguri di Buona Pasqua del Segretario Generale della DIRPUBBLICA


Santo Stefano di Camastra (ME), monumento ai Caduti.
Santo Stefano di Camastra (ME), monumento ai Caduti.

Perdonare è conveniente, dice il Segretario Generale di DIRPUBBLICA, non solo perché azzera tutti i "crediti inesigibili", ma anche perché rende nobile la nostra azione! Pubblichiamo il Suo "FINE GIORNATA", un confidenziale per tutti i nostri lettori.



FINE GIORNATA

È LA RUBRICA CON LA QUALE IL SEGRETARIO GENERALE

DIRPUBBLICA COLLOQUIA PERIODICAMENTE CON I COLLEGHI

E I SIMPATIZZANTI DEL SINDACATO,

CHE HANNO RITENUTO D’ISCRIVERSI ALLA SUA

“MAILING-LIST” PERSONALE,

RACCONTANDO E COMMENTANDO FATTI E NOVITÀ RACCOLTI

NELL’ARCO DI UN DETERMINATO PERIODO O, APPUNTO,

A ...... “FINE GIORNATA”.

 

Sabato 31 marzo 2018

Buona Pasqua!

Ovvero: la vittoria che rende liberi anche i vinti!

 

 

Carissimi Amici e Colleghi,

a Voi che, in un modo o nell’altro, con vicinanza o con distanza d’intelletto, mi approvate o mi disapprovate, mi osservate e/o mi ascoltate, come ogni anno, desidero formularVi, unitamente alle Vostre Famiglie e a tutti i Vostri Cari, gli auguri di una Buona e Santa Pasqua.

 

Questa volta, però, dopo tanti anni di rivendicazioni sindacali e di battaglie giudiziarie, considerata la circostanza in cui Vi scrivo, desidero porVi una domanda. Possiamo perdonare i nostri avversari? Possiamo perdonare chi, in questi ultimi 25 anni, ha rovinato l’Ordinamento compromettendo seriamente la democrazia e, quindi, la nostra libertà? Possiamo perdonare chi ha cancellato ogni nostra legittima speranza di progresso, infangando il nostro ruolo fra le Istituzioni e trasformando la nostra attività da un onore, qual era prima del ’92, ad una pesante condanna? Possiamo perdonare chi ha fatto scempio del diritto, chi ci ha demansionati e umiliati? Possiamo perdonare chi ci ha mobbizzati nel delirio dell’onnipotenza e chi ci ha perseguitati per il proprio tornaconto, abusando in ogni modo del potere conferitogli per il bene della Repubblica? Possiamo perdonare i nostri colleghi corrotti, fannulloni e furbacchioni? In una parola, possiamo perdonare chi ha rovinato la nostra esistenza e quella dei nostri familiari?

 

Be’, umanamente parlando, io penso di sì! Io, personalmente, ritengo che perdonare sia conveniente, non solo perché azzera dei “crediti inesigibili”, ma anche perché ci rende più sereni nel nostro impegno a favore della Giustizia. Se riusciamo a perdonare, il nostro agire perde i connotati della vendetta e diventa un’opera altruista e nobile. E, in questo contesto io dico che, se mai dovessimo vincere, il nostro conflitto sarebbe senza veri nemici e la nostra vittoria renderebbe liberi anche i vinti!

Vostro, Giancarlo Barra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Allegati:

Download   20180331_Fine_Giornata.doc
(Fine Giornata del 3103/2018 - 76,8Kb)


Tags Giancarlo Barra, Auguri, Pasqua 2018